Agenda Setting

Per comprendere i complessi legami che intercorrono tra le attività di comunicazione dell’organizzazione e la corporate reputation occorre recuperare il concetto e le ipotesi dell’agenda setting.

L’agenda si sviluppa  in America nel ’68, nell’ambito della comunicazione politica, sulla base di studi degli anni venti; si basa sulla constatazione che gli individui agiscono in risposta, non tanto agli eventi che accadono nel mondo reale, ma in base ad un quadro di riferimento presente nelle loro menti, formatosi grazie alla influenza dei mass media.

L’impostazione teorica alla base delle analisi empiriche volte a verificare le funzioni dell’agenda setting nella corporate reputation sono declinate in cinque proposizioni:

  1. La quantità di copertura che una organizzazione ottiene sui mass media risulta positivamente correlata con il livello di notorietà che l’organizzazione stessa presenta presso il pubblico;
  2. La quantità di copertura sui mass media dedicata a particolari attributi di una organizzazione risulta positivamente correlata con l’ampiezza di pubblico in grado di definire l’organizzazione stessa attraverso tali attributi;
  3. Quanto più positiva è la copertura sui mass media di un particolare attributo, tanto più positivamente tale attributo verrà percepito del pubblico e, viceversa, quanto più negativa è la copertura sui mass media di un particolare attributo, tanto più negativamente tale attributo verrà percepito dal pubblico;
  4. La copertura sui mass media di specifici attributi cognitivi e affettivi associati alla organizzazione predispone il pubblico verso un determinato atteggiamento nei confronti della organizzazione stessa;
  5. Gli sforzi della organizzazione per la comunicazione degli attributi che rientrano nella corporate agenda si concretizzano in un significativo grado di corrispondenza tra tali attributi e quelli presenti della copertura dei mass media.

La Media Coverage Analysis è la metodologia di ricerca che raccoglie e classifica nel tempo qualsiasi tipo di messaggio trasmesso attraverso i mass media, trasformando informazioni di tipo qualitativo in valutazioni di carattere quantitativo, per misurare e valutare gli effetti e i risultati conseguiti attraverso le attività di media relations.